Formazione "il FIGLIO dell'UOMO" ARGOMENTO dalla STAMPA QUOTIDIANA S. MESSA REGISTRATA QUOTIDIANA VAI AL SITO INTERNET http://www.cristo-re.eu

FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO

ONLUS - ASSOCIAZIONE CATTOLICA

E-mail: studiotecnicodalessandro@virgilio.it Siti Internet:

http://www.cristo-re.eu ; http://www.cristo-re.it;

http://www.maria-tv.eu ;http://www.web-italia.eu

http://www.engineering-online.eu;

http://www.mondoitalia.net ;

dal 17 Aprile al 24 Aprile 2011

10a SETTIMANA MONDIALE della Diffusione in Rete Internet nel MONDO de

" i Quattro VANGELI " della CHIESA CATTOLICA , Matteo, Marco, Luca, Giovanni, testi a lettura affiancata scarica i file clicca sopra

Italiano-Latino Italiano-Inglese Italiano-Spagnolo

Aderite all"

ORDINE LAICO dei "CAVALIERI del FIGLIO dell'UOMO" per VIVERE il VANGELO, Diventate CAVALIERI del FIGLIO dell'UOMO vivendo la Vostra VITA in FAMIGLIA e sul LAVORO secondo VIA, VERITA' VITA

Ingegneria Impianti Industriali Elettrici Antinvendio

Per. Ind. G. Dalessandro

Il mio pensiero e la mia professionalità nei miei Siti Web

 

Bella Italia http://www.miglionico web.it Prof.. Labriola

 

 MILANO D'UOMO

Foto di MILANO

in sequenza clicca qui sopra

 TARANTO CASTELLO

Foto di TARANTO

clicca qui sopra

TA1 - TA2 - TA3

MIGLIONICO CROCIFISSO

XV SECOLO POLITTICO XV

Cima da Conegliano

clicca qui sopra

MG1.- MG2.- MG3.-

ROMA FONT. di TREVI

.1. .2. .3.

.4. .5. .6.

.7.

MATERA SASSI

Per vedere altre foto clicca qui sopra

MARTINA

S. MARTINO

.1. -.2. -.3. -.4. -.5. -.6. -.7. -.8.

Links: VATICANO LEV

Parrocchia Cristo Re Martina

http://www.parrocchie.it/ martinafranca/cristore.it

CHIESA CATTOLICA

Http://www.santiebeati.it

http://www.lachiesa.it

RADIO MARIA

http://www.cismitalia.org/ http://www.usmi.pcn.net http://www.ciisitalia.it

http://www.fratiminori lecce.org/node/342

Rassegna Stampa - L'Argomento di Oggi - dal 2010-08-19 ad oggi 2010-08-20 Sintesi (Più sotto trovate gli articoli)

Obama si schiera: "Sì alla moschea a Ground Zero"

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, spezza una lancia in favore della costruzione del Cordoba Center, un centro culturale e una moschea che una associazione musulmana intende costruire a due passi da Ground Zero, dove sorgevano del torri gemelle abbattute l'11 Settembre dai terroristi islamici di al Qaida.

Per Obama, in base al principio della libertà religiosa, i musulmani hanno "il diritto" di costruire il Cordoba. Con una mossa a sorpresa il presidente lo ha spiegato in serata alla Casa Bianca, in occasione di un discorso di fronte alla comunità musulmana americana, poco prima della cena (Iftar) che segna l'inizio del Ramadan, il mese sacro islamico.

ST

DG

Studio Tecnico

Dalessandro Giacomo

41 Anniversario - SUPPORTO ENGINEERING-ONLINE

 

 

Internet, l'informatore, ll Giornalista, la stampa, la TV, la Radio, devono innanzi tutto informare correttamente sul Pensiero dell'Intervistato, Avvenimento, Fatto,

pena la decadenza dal Diritto e Libertà di Testimoniare. Poi si deve esprimere separatamente e distintamente il proprio personale giudizio.

Per la S. MESSA REGISTRATA QUOTIDIANA VAI AL SITO INTERNET http://www.cristo-re.eu

Per conoscer le mie idee Vedi il "Libro dei Miei Pensieri"html PDF

Il mio commento sull'argomento di Oggi è :

Gent.mi,

io sono un sostenitore ed estimatore del Presidente Obama.

E ritengo inoltre che la libertà di religione vada comunque garantita, nel rispetto comunque che l'ospitato non possa dettar legge in casa dell'ospitante, come è il caso del Crocifisso in Italia, per il quale l'ospitato non ha alcun diritto a richiederne la rimozione, ne risulta limitata la sua fede dalla presenza del Crocifisso.

Fatta questa premessa, nel caso della Moschea, ritengo che essa vada concessa, ma non nel luogo dove pretendono gli Islamici, ma in altro posto, perchè altrimenti la costruzione a Ground Zero suona come un oltraggio alle migliaia di vittime dell'Assurdo attentato Terroristico.

Anzi dovrebbero gli stessi Islamici scegliere un altro posto per onorare e non infangare la memoria dei caduti, ma ponendo nella loro Moschea una lapide a ricordo dell'Assurda Strage Terroristica.

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

Rassegna Stampa - L'Argomento di Oggi - dal 2010-08-19 ad oggi 2010-08-20

AVVENIRE

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.avvenire.it

20102010-08-20

 

 

 

 

 

 

 

 

CORRIERE della SERA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.corriere.it

2010-08-20

 

 

 

 

REPUBBLICA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.repubblica.it/

2010-08-20

 

 

 

L'UNITA'

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.unita.it/

2010-08-14

 

Obama si schiera: "Sì alla moschea a Ground Zero"

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, spezza una lancia in favore della costruzione del Cordoba Center, un centro culturale e una moschea che una associazione musulmana intende costruire a due passi da Ground Zero, dove sorgevano del torri gemelle abbattute l'11 Settembre dai terroristi islamici di al Qaida.

Per Obama, in base al principio della libertà religiosa, i musulmani hanno "il diritto" di costruire il Cordoba. Con una mossa a sorpresa il presidente lo ha spiegato in serata alla Casa Bianca, in occasione di un discorso di fronte alla comunità musulmana americana, poco prima della cena (Iftar) che segna l'inizio del Ramadan, il mese sacro islamico. Oltre ai principali esponenti della comunità islamica americana e agli ambasciatori dei paesi islamici, la lista degli invitati comprende anche Pietro Sambi, il nunzio apostolico, e Jane Ramsey del Jewish Council on Urban Affairs, una organizzazione ebraica di Chicago, la città di Obama.

L'ipotesi della costruzione di una moschea a Ground Zero divide gli americani, e in particolare la comunità ebraica. Il sindaco di New York, Michael Bloomberg, appoggia il progetto, mentre Abraham Foxman, il direttore nazionale della Anti Defamation League (Adl), una delle principali organizzazioni ebraiche e anti razzista, ha chiesto alla comunità musulmana di costruire il centro Cordoba un po' più lontano da Ground Zero per non urtare la sensibilità delle vittime. Una richiesta che ha spinto il più famoso dei giornalisti americani di origine musulmana, Fareed Zakaria, a restituire un premio che la stessa Adl gli aveva dato negli anni scorsi.

La mossa a sorpresa di Obama, cui si attribuiva l'intenzione di rimanere fuori dalla controversa vicenda a pochi mesi dalla elezioni di metà mandato del 2 novembre, rischia di rilanciare le polemiche con una certa violenza. Parte della destra americana rimane convinta che il presidente non sia nato negli Stati Uniti, e che sia di religione musulmana, come confermerebbe il suo nome completo, Barack Hussein Obama.

Nel suo discorso alla Casa Bianca, in base al testo distribuito in anticipo, Obama ha detto: "con la massima chiarezza in quanto cittadino, in quanto presidente, sono convinto che i musulmani abbiano lo stesso diritto di praticare la propria religione come qualsiasi altra persone in questo paese. Ciò comprende il diritto di costruire un luogo di culto e un centro per la comunità su una proprietà privata a Lower Manhattan, nel rispetto delle leggi e delle ordinanze locali". Subito prima, Obama aveva insistito sul dolore dei familiari delle vittime dell'11/9, "un evento profondamente traumatico per il nostro paese", definendo Ground Zero "un territorio sacro", e i terroristi di al Qaida i rappresentanti di "una volgare distorsione dell'Islam".

14 agosto 2010

 

 

il SOLE 24 ORE

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.ilsole24ore.com/

2010-08-20

Una vergogna l'America intollerante che rifiuta la moschea al World Trade Center

di Paul KrugmanCronologia articolo20 agosto 2010Commenta

Questo articolo è stato pubblicato il 20 agosto 2010 alle ore 17:44.

Il problema più grave che attanaglia la politica e i media americani non è un difetto di competenza o di buone intenzioni, ma la mancanza di coraggio. Eppure il coraggio c'è e va elogiato. Complimenti quindi al sindaco di New York Michael R. Bloomberg che in mezzo a critiche feroci ha difeso pubblicamente i musulmani che volevano costruire un centro comunitario a Lower Manhattan. E a Fareed Zakaria, opinionista di Newsweek e ospite di una trasmissione settimanale su CNN, per essersi schierato dalla parte della tolleranza restituendo un premio ricevuto cinque anni fa dalla Lega antidiffamazione. Lo ha fatto dopo che, il 30 luglio, l'organizzazione ebraica aveva comunicato che il centro islamico, il cui progetto include una moschea, sarebbe stato troppo vicino al World Trade Center e andava collocato altrove.

La Lega antidiffamazione giustificava questa posizione con un ragionamento scandaloso: "I proponenti del Centro islamico potrebbero avere ogni diritto di costruire su questo sito, e potrebbero anche averlo scelto per mandare un segnale positivo sull'Islam. Il settarismo espresso da alcuni di quelli che li hanno attaccati è ingiusto e sbagliato. Ma in ultima analisi, non si tratta di una questione di diritti, bensì di fare ciò che è giusto. A nostro giudizio, costruire un Centro islamico all'ombra del World Trade Center procurerà un ulteriore ed evitabile dolore alle vittime, e questo non è un bene".

Traduzione: se quel centro sarà costruito, alcune persone ci rimarranno male e dobbiamo tenere conto di questi sentimenti sebbene i musulmani abbiano ogni diritto di costruire proprio lì. "Le vostre dichiarazioni sui sentimenti delle vittime che vanno onorati anche se sono irrazionali o settari, hanno peggiorato la situazione", ha scritto Fareed Zakaria in una lettera indirizzata ad Abraham H. Foxman, il direttore nazionale della Lega antidiffamazione.

La sua richiesta di bandire il centro islamico è stata una vergogna. Proviamo ad applicare la stessa logica a casi analoghi: procura dolore a certa gente vedere degli ebrei gestire piccole imprese in quartieri non ebrei; procura dolore vedere degli ebrei scrivere su pubblicazioni nazionali (ricevo spesso lettere di questo tenore); procura dolore vedere degli ebrei nella Corte Suprema. La Lega contro la diffamazione sarebbe d'accordo per vietare agli ebrei tali attività per evitare di procurare dolore ad altri? No? Che differenza c'è?

© 2010 NYT - DISTRIBUITO DA NYT SYNDICATE

(Traduzione di Sylvie Coyaud)

©RIPRODUZIONE RISERVA

 

 

L'OSSERVATORE ROMANO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.vatican.va/news_services/or/home_ita.html

2010-07-18

IL MATTINO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.ilmattino.it/

2010-07-18

La GAZZETTA dello SPORT

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.gazzetta.it/

2010-07-18

CORRIERE dello SPORT

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.corrieredellosport.it/

2010-07-18

LA STAMPA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.lastampa.it/redazione/default.asp

2010-07-18

 

 

SORRISI e CANZONI

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.sorrisi.com/sorrisi/home/index.jsp

2010-07-18

 

WIKIPEDIA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.wikipedia.it

 

GENTE VIAGGI

http://www.genteviaggi.it/

AUTO OGGI

http://www.inauto.com/speciali/autooggi/index.html

QUATTRO RUOTE

http://www.quattroruote.it/

INTERNAZIONALE

http://www.internazionale.it/home/

2010-07-18

PUNTO INFORMATICO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.italysoft.com/news/il-punto-informatico.html

2010-07-18

 

IL SECOLO XIX

http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/

LIBERO

http://www.libero-news.it/

IL MONDO

http://www.ilmondo.rcs.it/

MILANO FINANZA

http://www.milanofinanza.it/

MOMENTO SERA

http://www.momentosera.it/home.php

ITALIA OGGI

http://www.italiaoggi.it/

2010-07-18

EUROPA QUOTIDIANO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.europaquotidiano.it/site/engine.asp

2010-07-18

 

LA NAZIONE

http://www.momentosera.it/home.php

IL FOGLIO

http://www.ilfoglio.it/

 

IL MANIFESTO

http://www.ilmanifesto.it/

 

WALL STREET ITALIA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.wallstreetitalia.com/

 

 

ARCHEOLOGIA VIVA

http://www.archeologiaviva.it/

2010-07-18

AUDIO REVIEW

http://www.audioreview.it/

IL FISCO

http://www.ilfisco.it/

STAR BENE

http://www.starbene.it/

ABITARE

http://abitare.it/

BRAVA CASA

http://atcasa.corriere.it/

DONNA MODERNA

http://www.donnamoderna.com/home/index.jsp

SECONDA MANO

http://www.secondamano.it/

PC WORLD

http://www.pcworld.it/

2010-07-18

FINANCIAL TIMES

http://www.ft.com/home/europe/

2010-07-18

EL PAIS

http://www.elpais.com/global/

 

LE MONDE

http://www.lemonde.fr/

THE NEW YORK TIMES

http://www.nytimes.com/

THE WALL STREET JOURNAL

http://europe.wsj.com/home-page

MAIL & GUARDIAN

http://www.mg.co.za/

 

 

Edito in Proprio presso lo Studio, e Responsabile è lo STUDIO TECNICO DALESSANDRO GIACOMO .

- Riferimaneti Leggi e Normative :- Michele Dalessandro ; Organizzazione, Impaginazione Grafica:- Francesca Dalessandro

La Proprietà intellettuale è dello Studio Tecnico Dalessandro e di FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO, salvo dove diversamente indicato.

Lo Studio Tecnico Dalessandro Giacomo e FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO declinano qualsiasi responsabilità per il contenuto dei SITI recensiti od indicati, in quanto la responsabilità del loro contenuto è dei Titolari dei Siti recensiti. Quanto da noi riportato è stato desunto dai Siti Medesimi, ed in buona fede ne riportiamo i contenuti.

Quando ci è possibile esprimiamo dei giudizi.

I visitatori sono invitati a valutarne personalmente la veridicità e l'esattezza dei contenuti.

Non essendo professionisti, ci scusiamo di eventuali errori di battitura, per i quali decliniamo qualsiasi responsabilità.

Il nostro sito non ha alcuno scopo di lucro. Non è nostro scopo violare la privacy di alcuni. Vi preghiamo di scusarci se lo facciamo.

Vai alla HOME PAGE

Edito in Proprio e Responsabile STUDIO TECNICO DALESSANDRO GIACOMO

Responsabile Per. Ind. Giacomo Dalessandro

http://www.cristo-re.eu